cerca nel sito  
Pagine totali visitate:
76107391
Pagine viste oggi:
3807
Utenti online:
13
www.pietrangeli.net
Imparare giocando ! Il rischio alluvioni
SALA OPERATIVA MISERICORDIE
UN-ISDR
CENTRO STUDI SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
SCOPRI IL SIPEM !!!
SCOPRI I CORSI ED ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
Scopri la rivista 2LA
ENTRA IN GRUPPO FACEBOOK SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
SPC NEWS - Newsletter di Sistema Protezione CIvile
ENTRA IN ASSODIMA
Scopri i corsi per te !!!
Previsioni Meteo Personalizzate
Disaster Lab - Università Politecnica Marche
SCOPRI IL REAS 2017 !!!
REPORT WEB-TV - OBIETTIVO SICUREZZA
Username:

Password:

accedi
Onda Selvaggia
PIAZZON - LAVORI IN QUOTA
TERREMOTI NEL MONDO
METEO NEL MONDO
SPC Flash - Scopri le ultime novità !!!
ENTRA A SCOPRIRE L'INSFO
Entra in sicurezza!!!
ISTITUTO ITALIANO DI RESILIENZA
REGISTRATI AL REAS: BIGLIETTO ONLINE
At Pro...vieni a scoprirci!
SCOPRI I CORSI E LE ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
SCOPRI CIVILINO !!!

Cerca fra gli articoli di questa categoria

cerca nel sito  

Ambiente » Annunci ed Eventi, 07 Gennaio 2016 alle 09:52:40

COP21: Efforts advance on reaching climate change agreement, says top UN official

UNITED NATIONS NEWS CENTRE (UNNC)

A new stage in the development of a final agreement on climate change to limit global temperature rise to below two degrees Celsius or less has been reached today, according to the United Nations Assistant Secretary-General on Climate Change.“All the delegations have received the documents, they’re reading them, they will be discussing the paper in their groups, and then there will be feedback provided to a new plenary organized this evening,” said Janos Pasztor in an interview with the UN News Service on the sidelines of the United Nations climate change conference (COP21).

Ambiente » Annunci ed Eventi, 31 Dicembre 2015 alle 10:02:01

Resilience in focus at COP21

UN-ISDR - Brigitte Leoni

Delegates at the COP21 global climate summit have thrown the spotlight on resilience, a central issue in international efforts to reduce the risk of disasters and face up to growing environmental challenges.“Resilience is a key word in this COP 21,” Ms. Ségolène Royal, France’s Minister of Ecology, Sustainable Development and Energy told a special conference session. “Resilience was invented by psychologists and was defined as an individual's ability to properly adapt to stress and adversity. Stress and adversity can come from family or relationship problems, health problems, or workplace and financial worries, among others and it is no wonder why we use it now for climate change, as millions of people suffer every year from the negative impacts of floods, storms and cyclones,” she said.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 09 Dicembre 2015 alle 17:09:56

COP21: UN chief launches initiative to build climate resilience of world’s most vulnerable countries

United Nations News Centre (UNNC)


On the opening day of the United Nations climate change conference (COP21), dozens of announcements were made in Paris by Governments and leaders of the public and private sectors, all aiming to generate climate solutions and build a sustainable future.A new initiative to build climate resilience in the world’s most vulnerable countries was launched by Secretary-General Ban Ki-moon and 13 agencies of the UN system.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 02 Luglio 2015 alle 15:30:37

21st Conference of the Parties to the UNFCCC and 11th meeting of the Parties to the Kyoto Protocol

MAIN ORGANIZER(S): UNITED NATIONS FRAMEWORK CONVENTION ON CLIMATE CHANGE

The United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC) was adopted in 1992 and has since been ratified by 195 Parties. The Kyoto Protocol was adopted in 1997 to implement the UNFCCC and entered into force in 2005. It laid down targets for the reduction or limitation of greenhouse gas emissions only in developed countries and transition economies. In 2007, the Parties initiated work aimed at drawing up a post-2012 climate agreement, applicable to all emitters of greenhouse gases.


 


The Copenhagen political accord of 2009, the Conferences of Cancun (2010), Durban (2011) and Doha (2012) laid the foundations of this new international regime, supplementing the existing instruments in the framework of the UNFCCC and the Kyoto Protocol. In 2011, the Parties affirmed their will to conclude this new climate agreement in 2015, with entry into force planned for 2020. In accordance with the internal rules of the UNFCCC, providing for an annual rotation by UN regional group, the hosting of the 2015 Summit should be provided by a Western European country.

In September 2012, French President François Hollande announced France’s candidacy to host this major event in 2015. It will be the 21st Conference of Parties to the UNFCCC and the 11th meeting of the Parties to the Kyoto Protocol. Laurent Fabius, Minister of Foreign Affairs, confirmed this candidacy during the Doha Conference in December 2012. It was endorsed by our regional group at the UN, the WEOG, on 12 April 2013, opening the way for official designation during the Warsaw COP in November 2013.

In order to prepare this Conference under the best conditions, France has chosen to hold it in Paris, at the Paris-Le Bourget site, which has the best hosting and accessibility capacities for official delegations, as well as civil society and the media, which are essential components of the Conference’s success.

France has chosen to make this Conference exemplary in terms of environmental impact. It will implement a programme of action aimed at keeping to a minimum the impact of the meeting in terms of consumption of natural resources (water, waste, energy) and greenhouse gas emissions.

What are the challenges facing COP 21 CMP 11 in 2015?

The meeting will mark a decisive stage in negotiations on the future international agreement on a post-2020 regime, and will, as agreed in Durban, adopt the major outlines of that regime. By the end of the meeting, for the first time in over 20 years of UN negotiations, all the nations of the world, including the biggest emitters of greenhouse gases, will be bound by a universal agreement on climate. In order for the agreement to come into effect in 2020, at the end of the second commitment period of the Kyoto Protocol, subsequent COP meetings will work on finalising its details. The Presidency of the COP plays a vital role, not only during the actual COP meeting (in reality, a series of meetings held in parallel over a two-week period), but also in the organisation of a number of meetings held in preparation for the COP.


EVENT WEBSITE: http://www.cop21.gouv.fr/en

Ambiente » Annunci ed Eventi, 12 Febbraio 2015 alle 08:43:26

Warming trend continues in 2014

14 of 15 Hottest Years Have Been in 21st Century

World Meteorological Organization (WMO)


The World Meteorological Organization (WMO) has ranked 2014 as the hottest year on record, as part of a continuing trend. After consolidating leading international datasets, WMO noted that the difference in temperature between the warmest years is only a few hundredths of a degree – less than the margin of uncertainty.  Average global air temperatures over land and sea surface in 2014 were 0.57 °C (1.03°F) above the long-term average of 14.00°C (57.2 °F) for the 1961-1990 reference period. By comparison, temperatures were 0.55 °C (1.00°F) above average in 2010 and 0.54°C (0.98°F) above average in 2005, according to WMO calculations. The estimated margin of uncertainty was 0.10°C (0.18°F). 

Ambiente » Annunci ed Eventi, 16 Gennaio 2015 alle 10:44:46

S.A.U.R.O – Sea Antipollution Unit for Rapid Off-shore drainage

Dispositivo anti-inquinamento in mare: firmato accordo Marina Militare - Dipartimento della Protezione Civile

fonte: Ministero Difesa

Da tempo la Difesa mette a disposizione della tutela ambientale le proprie eccellenze: da oggi Marina Militare e Dipartimento della Protezione Civile sono impegnati a studiare e sviluppare un dispositivo per le bonifiche delle acque marine da rifiuti solidi e liquidi. S.A.U.R.O – Sea  Antipollution Unit for Rapid Off-shore drainage, questo il nome del dispositivo - è stato brevettato dal Dipartimento della Protezione Civile ed è stato ideato per contribuire a rendere più semplici le operazioni di recupero di inquinanti e rifiuti dispersi in mare, essendo in grado di separare e recuperare rifiuti solidi e liquidi.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 18 Settembre 2014 alle 10:57:16

UN General Assembly and Climate Summit: Switzerland advocates for more security, UN reforms and climate protection

ISDR


The President of the Swiss Confederation, Didier Burkhalter, will present the key areas of Switzerland's foreign policy in the framework of the UN at the opening of the general debate of the 69th session of the UN General Assembly in New York (24-26 September). He will also be present at the three events co-organised by Switzerland, participate in other events on current topics and hold bilateral talks. A climate summit, at which Switzerland will be represented by Federal Councillor Doris Leuthard, will take place on 23 September prior to the opening of the general debate. In keeping with tradition, the 69th session of the UN General Assembly will begin with what is known as a high-level week in New York attended by numerous heads of state and government as well as ministers of the UN member states. An important component of this ministerial week is the opening of the general debate of the General Assembly on 24 September 2014.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 13 Luglio 2014 alle 17:53:39

Estate 2014, naso all’insù per il triplice appuntamento con la Superluna

Angelo Marzella

Tra le attrazioni naturali che il nostro territorio offre a turisti e cittadini, questa estate ci sarà anche una luna speciale a dare manforte a serate di speriamo sereno e cielo limpido.Il fenomeno, chiamato della Super Luna, è un evento astronomico, noto e piuttosto usuale (spettacolare quello recente del 19 marzo 2011), dovuto alla traiettoria disegnata dal nostro satellite e percorsa attorno alla Terra. Nel suo moto di rivoluzione ellittico, la Luna attraversa due punti: l’apogeo, quello in cui si trova più distante dalla Terra, ed il perigeo, quello in cui si trova più vicina. La differenza tra i due punti è di poco più di 50.000 km, una differenza che anche ad occhio nudo risulta apprezzabile.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 03 Luglio 2014 alle 09:13:24

SCOPERTA UNA DISCARICA DI RIFIUTI TOSSICI NELLE CAVE DI AREZZO

Impiegata per la prima volta in Italia la tecnica della spettrofotometria di fluorescenza con raggi X portatile

fonte: CFS



A seguito di un esposto risalente al 2013, presentato alla Procura della Repubblica di Arezzo da alcuni cittadini di Quarata (AR), il personale del Corpo forestale dello Stato e dell' Arpat di Arezzo, ha individuato e sequestrato 10 siti dove erano stati sepolti rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. Le indagini sono sono state effettuate in collaborazione con l' Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Roma anche con l'ausilio di un geomagnetometro.
Gli accertamenti hanno portato a eseguire alcuni sondaggi con un escavatore, dai quali è emersa la presenza di notevoli quantità di rifiuti interrati a varie profondità, in alcuni casi fino a 10 metri, appartenenti a varie tipologie: rifiuti edilizi provenienti da demolizioni quali travi e colonne di prefabbricati in cemento armato, profilati metallici in lamiera, mattoni, mattonelle, porzioni di asfalto, lastre in cemento, tubi in piombo e in plastica, fili e cavi in ferro, forassiti per impianti elettrici, lana di vetro, filtri per olio da auto, barattoli di latta di olio per auto, pneumatici, camere d'aria, taniche in plastica, parti meccaniche di autoveicoli, bombole del gas, fusti in metallo, accumulatori di batteria d'auto; rifiuti urbani quali buste in plastica, stracci, bottiglie in plastica e in vetro, barattoli; rifiuti ospedalieri quali tubi plastici per flebo e trasfusioni, contenitori per medicinali, cappucci per aghi, bottiglie contenenti capsule medicinali, fusti contenenti fanghi e idrocarburi.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 23 Maggio 2014 alle 08:57:55

AMBIENTE: CONFERMATA LA CRESCITA DELLE FORESTE ITALIANE

Dal 2005 ad oggi la superficie forestale è aumentata di 600.000 ettari.Le regioni in cui si è osservato il maggiore incremento di superficie boscata sono quelle dell'Italia centrale e meridionale

fonte: CFS

L'avanzata dei boschi italiani prosegue. La stima provvisoria della superficie forestale complessiva, comprensiva delle altre terre boscate (arbusteti, boscaglie e formazioni rade) è pari a 10,9 milioni di ettari, con un aumento rispetto al 2005 di oltre 600.000 ettari. Queste le prime stime del terzo Inventario Nazionale delle Foreste e dei serbatoi forestali di Carbonio (INFC). Tali dati sono già stati utilizzati dal Ministero dell'Ambiente per la rendicontazione finale degli impegni previsti dal Protocollo di Kyoto nell'ambito della Convenzione Quadro delle Nazioni Unite sui Cambiamenti Climatici (UNFCC).

Ambiente » Annunci ed Eventi, 13 Dicembre 2013 alle 10:15:25

BIODIVERSITA': NEL CUORE DELL'UMBRIA IL CENTRO DI ACCOGLIENZA PIU' GRANDE D'ITALIA PER GLI ANIMALI ESOTICI E SELVATICI SEQUESTRATI

Nei terreni dell'Ufficio Territoriale per la Biodiversità di Assisi il Comando Regionale dell'Umbria del Corpo forestale ha realizzato una struttura idonea all'accoglienza di particolari categorie di animali protetti dalla Convenzione di Washington

fonte: CFS



La struttura più grande d'Italia, dove trovano accoglienza idonea e professionale le specie sequestrate durante l'attività di controllo dei Nuclei Operativi CITES, è il "Centro di Recupero Fauna Selvatica Formichella", estesa per oltre 125 ettari, gestita interamente dal Corpo forestale dello Stato nel verde dell'Umbria. Proprio per risolvere il problema degli oltre 1500 animali vivi sequestrati ogni anno, di cui parte esotici, che hanno bisogno di un luogo idoneo e di personale specializzato per la loro cura, il Corpo forestale ha attrezzato l'area di "Formichella", nel comune di Orvieto all'interno dei terreni demaniali gestiti dall'Ufficio per la Biodiversità di Assisi, per provvedere alla collocazione temporanea o permanente della fauna appartenente alle categorie protette dalla Convenzione di Washington.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 08 Agosto 2013 alle 09:58:39

FONDI SPECIALI PER LE AREE A RISCHIO IDROGEOLOGICO

Il ministro Orlando presenta il Ddl per il finanziamento degli interventi di demolizione di immobili abusivi realizzati in aree ad elevato rischio idrogeologico

fonte: Ministero Ambiente

Un fondo di dieci milioni di euro per il 2013, finanziato dal ministero dell' Ambiente, disponibile per i Comuni che facciano richiesta di risorse per l' abbattimento di immobili abusivi costruiti in zone ad elevato rischio idrogeologico dove il territorio e' fragile con possibilità di frane, alluvioni, erosione della costa.E' un nuovo capitolo nello stato di previsione di spesa del ministero dell' Ambiente previsto dal disegno di legge del ministro Andrea Orlando, approvato il 26 luglio scorso dal consiglio dei ministri e illustrato oggi dallo stesso ministro nel corso di una conferenza stampa. Orlando ha sottolineato che quello del dissesto "è un tema prioritario e il fondo consentirà ai Comuni di accedervi con l' impegno di restituire i soldi dopo aver esercitato la rivalsa nei confronti di chi ha costruito abusivamente l' immobile. Il fondo – ha continuato il ministro – agisce come una sorta di anticipo con valenza pluriennale in modo da alleviare le difficoltà finanziarie degli enti locali".

Ambiente » Annunci ed Eventi, 20 Giugno 2013 alle 10:57:20

“Ambiente, territorio ed emergenza”: Orlando alla Conferenza dei Prefetti“Ambiente, territorio ed emergenza”: Orlando alla Conferenza dei Prefetti

Ministero dell'Ambiente

“Stiamo per predisporre un fondo rotativo destinato ai Comuni che vogliono intervenire contro l’abusivismo, specialmente nelle aree a rischio per il dissesto idrogeologico”. Così il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando ha iniziato il suo intervento alla Conferenza dei Prefetti 2013, nel corso della tavola rotonda “Ambiente, territorio ed emergenza. La leale collaborazione”, che si è tenuta oggi pomeriggio a Roma, alla Scuola superiore della Pubblica amministrazione.
“Almeno dove il rischio idrogeologico è presente – ha osservato il ministro – bisognerebbe sanzionare l’abusivismo. Per contrastare il consumo di suolo stiamo portando avanti una legge con il ministro delle Politiche agricole. L’emergenza, purtroppo, è un modo attraverso cui si accumula debito futuro. Io invece vorrei guardare al futuro con autorevolezza e orgoglio finché non ci vergogneremo a pronunciare la parola Stato che per troppo tempo è stata cancellata dal nostro vocabolario”.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 09 Maggio 2013 alle 08:38:06

L’Etna sarà patrimonio Unesco dell’umanità

Orlando: “Un traguardo significativo per l’Italia, per coniugare la tutela dell’ambiente con la valorizzazione del territorio”. In giugno la proclamazione andrea-orlando-620x350

fonte: Ministero Ambiente

L’Etna sarà proclamata in giugno patrimonio dell’Unesco a Phnom Penh, in Cambogia, in occasione della 37a sessione del Comitato del patrimonio mondiale, alla presenza dei rappresentanti di oltre 180 Paesi. “E’ un traguardo significativo per l’Italia – commenta il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando. Il riconoscimento Unesco, come è già avvenuto recentemente con le Dolomiti, è un’opportunità per il nostro Paese per coniugare la tutela dell’ambiente con la valorizzazione del territorio, investendo così nello sviluppo sostenibile, la strada che dobbiamo percorrere”. Si tratta di un risultato importante che riconosce l’unicità del patrimonio naturale italiano, il valore delle politiche nazionali di conservazione e il lavoro svolto negli ultimi anni dal Parco dell’Etna e dal ministero dell’Ambiente, che nel gennaio 2012 ne ha patrocinato la candidatura. Il ministero degli Affari esteri ha comunicato l’esito positivo della valutazione del sito “Monte Etna” candidato a patrimonio mondiale naturale dell’umanità Unesco.

Ambiente » Annunci ed Eventi, 07 Maggio 2013 alle 09:17:47

AMBIENTE: FESTA NAZIONALE DELLE RISERVE NATURALI DELLO STATO, APERTE 130 AREE PROTETTE

In occasione della prima edizione della Festa promossa dal Corpo forestale dello Stato, sarà possibile visitare una delle 130 riserve, in 36 di queste e in 2 luoghi speciali verranno organizzate iniziative volte alla conservazione e osservazione della natura

fonte: CFS


Il Corpo forestale dello Stato apre al pubblico 130  preziosi "tesori verdi" in occasione della prima edizione di "RiservAmica", Festa Nazionale delle Riserve Naturali dello Stato organizzata dal Corpo forestale in tutta Italia domenica 12 maggio. L'obiettivo dell'evento sarà quello di far conoscere ed amare le aree protette gestite dalla Forestale come luoghi speciali, che rappresentano uno scrigno di biodiversità, ambiente e cultura, dove sarà possibile immergersi pienamente nella natura. Ogni anno la Festa avrà un tema nazionale diverso. Quest'anno sarà dedicato all'acqua e alle risorse idriche. All'interno di 36 Riserve Naturali e 2 Luoghi speciali (Selva di San Francesco ad Assisi e Tenuta di Castel Fusano a Roma), verranno organizzate una serie di iniziative attraverso le quali sarà possibile scoprire foreste e biodiversità "con la testa, il cuore e le mani", in compagnia dei Forestali, interpreti della natura. Festa grande anche nella Riserva Naturale Statale di Tarquinia, anch'essa tra le mete visitabili dove, per la prima volta proprio in questi giorni, sono spuntati dei nidi di fenicottero rosa.

L'iniziativa si rivolge a famiglie, comitive, gruppi, associazioni, ma anche a singoli visitatori. I partecipanti potranno scoprire che in tutta Italia esiste una rete di Riserve Naturali dello Stato che va dalla Foresta di Tarvisio all'Aspromonte e che tutela e gestisce una rara e importante biodiversità.  In occasione della Festa, organizzata dai 28 Uffici Territoriali per la Biodiversità del Corpo forestale, i partecipanti riceveranno la speciale tessera "Cercatori di Riserve", un "passaporto" dove verrà apposto un timbro come testimonianza del passaggio nella riserva. Il visitatore potrà fregiarsi del titolo di "Cercatore di Riserve" e avrà diritto ad un particolare riconoscimento solo dopo aver collezionato i timbri di tutte le Riserve. Il progetto è un incentivo per scoprire l'intera rete delle Riserve Naturali gestite dal Corpo forestale con speciali attività di interpretazione della natura, che coinvolgono la dimensione cognitiva, emotiva e pratica, vale a dire "con la testa, il cuore e le mani". Una giornata per vivere da vicino la natura, un'esperienza di interpretazione naturalistica e forestale, durante la quale svolgere attività pratiche per la sua conservazione, e per lasciare ai visitatori un messaggio di assoluto rispetto verso la biodiversità, ma anche un appello ad incrementare l' impegno consapevole nei confronti della natura.

pagina 1 di 8 successive