Settori

Nel vasto e complesso mondo delle Strategie per la riduzione dei disastri (DRR-Disaster Risk Reduction), Sistema Protezione Civile web si occupa in modo particolare di quei settori che sono estremamente interconnessi tra loro: Ambiente e Cambiamenti Climatici; Difesa Civile; Protezione Civile, Aiuti umanitari; Resilienza ai Disastri e Sviluppo della resilienza delle comunità. Per ciascuno di questi settori viene presentata un'ampia gamma d'informazioni, suddivise in pratiche rubriche per rimanere informati su ciò che accade del variegato mondo della Protezione civile. Gli stessi temi vengono infine trattati anche alla voce materiale tecnico, dove è possibile approfondire gli argomenti.

SERGIO ACHILLE CONFERMATO PRESIDENTE DI ASSODIMA

Il Consiglio Nazionale dell’Associazione Nazionale Disaster Manager, ha confermato alla sua guida Sergio Achille. Nella prima riunione del nuovo Consiglio, è stato rinnovato per acclamazione il mandato triennale allo storico Presidente dell’associazione, a conferma della stima e a riconoscimento di quanto fin qui realizzato.

Per la squadra di presidenza Sergio Achille ha nominato Vice Presidenti Dante Ferraris (vicario), Responsabile del Servizio di Protezione Civile della Provincia di Alessandria, e Marinella Zizi, Responsabile Ufficio Antincendio e Protezione Civile dell’Agenzia Fo.re.s.t.a.s. della Regione Sardegna. Eletto anche il Collegio di Disciplina e di Revisione dei Conti nelle persone dei consiglieri Vito Baturi, Francesco Massimi, Salvatore Dalterio e Paolo Di Giacomo. Il Nuovo tesoriere sarà La dott.ssa Patrizia Pallante Archiviato il passaggio elettivo, il Consiglio ha avviato la discussione sulla programmazione delle attività per i prossimi tre anni, da cui è scaturita unità di intenti ed entusiasmo sulla volontà di ripartire subito e con rinnovato slancio. Determinazione sostenuta anche dalla presenza all’incontro di Fabrizio Curcio (anche lui Disaster Manager certificato), Capo Dipartimento in possesso di una corretta e competente visione della Protezione Civile, che ha voluto portare il suo saluto ai Consiglieri e al Presidente sottolineando il suo apprezzamento per l’Associazione riaccendendo così la luce sul rapporto con il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile che sicuramente proseguirà e sarà proficuo per tutto il sistema nazionale.

NUOVA LEGGE DI PC IN TOSCANA

I coordinatori del Volontariato di Protezione Civile delle province di Prato, Grosseto, Livorno, Siena. Arezzo e Lucca manifestano la loro profonda soddisfazione per l'approvazione della nuova norma sulla Protezione Civile, pubblicata come legge 45 lo scorso 25 giugno 2020. L'introduzione della gestione del volontariato organizzato come uno dei ruoli cardine delle province ridona dignità istituzionale ai coordinamenti. Il legislatore regionale ha dimostrato di saper ascoltare le proposte provenienti dalla base del mondo associativo riconoscendo la capacità di autogoverno del nostro mondo. Durante il dibattito che ha preceduto la stesura del testo tutto il volontariato, locale e regionale, è riuscito a presentare in modo univoco la propria posizione trovando anche l'importante appoggio di altre anime del sistema regionale di Protezione Civile e la fondamentale condivisione dell'Unione delle Province Italiane.



Coronavirus, dichiarato lo stato di emergenza

Il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza del rischio sanitario connesso all’infezione da coronavirus. Maggiori informazioni sul portale ​del Ministero della Salute e al numero 1500 In considerazione della dichiarazione di “Emergenza internazionale di salute pubblica” da parte della Organizzazione Mondiale della Sanità-Oms, il Consiglio dei Ministri - su proposta del Presidente Giuseppe Conte - ha disposto lo stanziamento dei fondi necessari per le misure precauzionali da attuare.

Conte: «La sfida è lo sviluppo della cultura di protezione civile nell’ottica della prevenzione e della resilienza delle comunità»

Il Presidente del Consiglio alla Conferenza delle Autorità di Protezione civile ha chiuso la prima edizione della “Settimana”. «Grazie a tutti, lavoriamo sull’allertamento e sulla prevenzione strutturale» ha aggiunto il Capo Dipartimento Borrelli

«La Conferenza di oggi è un momento importante per il nostro paese. L’idea da cui è nata la Settimana di Protezione civile di cui questo momento è tappa tra le più rilevanti, è l’acquisizione e la sedimentazione della cultura della protezione civile. Dobbiamo lavorare in maniera ancora più approfondita sulla formazione per sviluppare una linea comune di prevenzione e per sollecitare la massima resilienza delle comunità. In questo senso va il grande successo della campagna Io non rischio che quest’anno è stata realizzata in 850 piazze italiane. E’ il momento anche che i temi di protezione civile diventino argomento di dialogo tra insegnanti e studenti durante le ore di Educazione civica che torneranno nelle scuole italiane. E’ urgente coinvolgere i giovani in questo progetto. Dobbiamo dare loro gli strumenti della prevenzione. Investendo su di loro creeremo un’Italia più consapevole e responsabile sul tema dei rischi. Ho verificato con mano l’efficacia, l’immediatezza, l’efficienza del sistema di protezione civile italiano che è un modello all’estero. La forza del sistema è il suo essere integrato, il fatto che tutte le componenti e le strutture operative lavorino in stretto coordinamento. Un esempio per tutto il paese. Tutti noi abbiamo a cuore la nostra protezione civile e lavoreremo ancora per migliorarla».

Parte dalla Calabria un ciclo di seminari nelle cinque Regioni coinvolte

Un ciclo di seminari regionali per approfondire gli aspetti del progetto “Protezione civile: verso una governance più forte per la riduzione del rischio”

Un ciclo di seminari regionali per approfondire gli aspetti del progetto “Protezione civile: verso una governance più forte per la riduzione del rischio” partirà la prossima settimana dalla Calabria e proseguirà nei prossimi mesi nelle altre quattro Regioni coinvolte: Basilicata, Campania, Puglia e Sicilia. Protezione civile: verso una governance più forte per la riduzione del rischio è il progetto realizzato dal Dipartimento della Protezione Civile nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, cofinanziato dall’Unione europea con risorse assegnate pari a 11.463.933 euro. Il progetto intende migliorare le strategie per la riduzione dei rischi idrogeologico, idraulico, sismico e vulcanico ai fini di protezione civile, rafforzando la governance, la cooperazione tra i diversi livelli di governo, le capacità e le competenze del territorio.

Nasce la Settimana nazionale della Protezione civile, dal 13 ottobre eventi, iniziative e manifestazioni in tutta Italia




13 ottobre 2019. È questa la data da segnarsi, è questa la data, storica, in cui partirà la Settimana della Protezione civile.  La pagina del sito su cui siete stati indirizzati è proprio dedicata al racconto delle numerose iniziative che a livello nazionale e locale caratterizzeranno i 7 giorni in cui i cittadini italiani potranno entrare a contatto con le donne e gli uomini del Servizio nazionale della protezione civile, un sistema integrato, un grande network, quasi unico al mondo che opera 24 ore al giorno per la prevenzione e la protezione dai rischi. La Settimana della Protezione civile è nata da una specifica decisione governativa, la Direttiva firmata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte il 1° aprile scorso.

CampAction 2019

Il 28, 29 e 30 giugno scorso si è svolta nel Comune di Sequals la V edizione del CampAction, campo di formazione alla protezione civile che dal 2014 i Volontari del Gruppo comunale di Sequals (PN) propongono ai ragazzi e alle ragazze della regione e non solo, per far conoscere loro il volontariato e le attività di protezione civile. Il CampAction per i ragazzi è un’occasione non solo per avvicinarsi al mondo della protezione civile ma anche di stare insieme e condividere un’esperienza di vita particolare. Una delle caratteristiche del campo è far provare ai ragazzi la vita del volontario sia durante gli interventi sia nel quotidiano, pertato se sono loro in prima persona chiamati a provare – in tutta sicurezza – equipaggiamenti, attrezzature e strumenti, sono sempre i ragazzi a turno a dover provvedere al servizio ai tavoli per i pasti, alla cura e alla pulizia degli ambienti personali e comuni, bagni compresi.

Istituita la 'Settimana della Protezione Civile'

La manifestazione si terrà in corrispondenza del 13 ottobre


E’ stata ufficialmente istituita la “Settimana nazionale della Protezione Civile”, che si svolgerà ogni anno in corrispondenza del 13 ottobre, data in cui si celebra la Giornata internazionale per la riduzione dei disastri, designata dall’Onu. Lo ha stabilito una direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1° aprile scorso, pubblicata ieri in Gazzetta Ufficiale. L’iniziativa è volta in particolare alla diffusione sul territorio nazionale della conoscenza e della cultura di protezione civile, allo scopo di promuovere tra i cittadini l’adozione di comportamenti consapevoli e di misure di autoprotezione, nonché a favorire l’informazione alle popolazioni sugli scenari di rischio, le buone pratiche da adottare e la conoscenza sulla moderna pianificazione di protezione civile, soprattutto alla luce delle novità introdotte con il decreto legislativo n. 1/2018.

Protezione Civile: on-line il servizio RADAR-DPC

Disponibile su questo sito la piattaforma open data e open access



La nuova piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile offre agli utenti la possibilità di visualizzare su mappa i dati rilevati dalla Rete Radar nazionale, dalle stazioni pluviometriche e termometriche, nonché i dati satellitare e la rete di registrazione dei fulmini. Il servizio è open-access e open-data: in questo modo il Dipartimento non solo risponde alla logica di trasparenza richiesta alle Istituzioni, ma, soprattutto, si pone  l’obiettivo di promuove lo sviluppo della conoscenza e la realizzazione di nuovi servizi mettendo i propri dati nella disponibilità di esperti, amministrazioni, organizzazioni, centri di ricerca e imprese.