cerca nel sito  
Pagine totali visitate:
97377722
Pagine viste oggi:
14708
Utenti online:
38
UN-ISDR
ENTRA IN GRUPPO FACEBOOK SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
SCOPRI I CORSI ED ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
Imparare giocando ! Il rischio alluvioni
CENTRO STUDI SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
Disaster Lab - Università Politecnica Marche
Username:

Password:

accedi
ISTITUTO ITALIANO DI RESILIENZA
SCOPRI I CORSI E LE ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
Progetto LINKS
SFDRR GOALS
Protezione Civile » Convegni e Seminari, 22 Novembre 2020 alle 10:39:02

Progetto “BELICE” - Pilot for ToT

Da lunedì 16 a mercoledì 18 novembre si è svolto, interamente in modalità webinar a causa delle restrizioni imposte per il contenimento del rischio da COVID-19, il “Pilot for ToT” (Train of the Trainers)”, incontro di lavoro programmato nelle attività previste nel Progetto “BELICE”.

L’incontro, come nei precedenti, ha visto la partecipazione di esperti provenienti dall’Italia e dai Paesi europei partner del progetto, oltre ad esperti provenienti da autorità locali italiane. Hanno partecipato operatori e decision maker, ovvero persone che lavorano già nel settore e che costituiranno il “core group” dei formatori che, a loro volta, si occuperanno del trasferimento delle conoscenze necessarie per mettere in campo le procedure codificate nel manuale di “BELICE” (ASR1), in particolare, nella fase di pre-assessment, ovvero nelle fasi di analisi dello scenario e di iniziale presa di decisione in emergenza. Sono stati, dunque, invitati 14 professionisti del settore, provenienti da Germania (THW) Francia (EcASC) e Italia (CNVVF e DPC), e 6 rappresentanti di autorità locali che, gestendo ordinariamente e quotidianamente i territori, si troveranno a fare fronte alle prime esigenze scaturite dal verificarsi di una situazione di emergenza, in attesa dell’arrivo delle squadre di soccorso specializzate (USAR) e dei moduli di supporto logistico.



Il programma del corso prevedeva la descrizione dei contenuti del manuale e lo svolgimento di correlate esercitazioni virtuali al fine di testare il grado di apprendimento dei partecipanti. Quindi, la condivisione di un’analisi dei punti di forza e dei punti di debolezza emersi nelle simulazioni ed una conseguente verifica di apprendimento.


Completata la fase di formazione dei trainer gli stessi, a loro volta e nei rispettivi Paesi di provenienza, si occuperanno della formazione di altri soccorritori, affinché le procedure descritte nel Progetto “BELICE”, così come quelle già definite nel Progetto “Easer”, si consolidino trasversalmente come cultura operativa condivisa.


Un contributo importante al progetto verrà fornito dal materiale didattico elaborato in modalità interattiva 3D dall’UNISI (Università di Siena).


 


 


Le attività già svolte e quelle in programma sono descritte sul sito Web del Progetto “BELICE”: www.beliceproject.eu.

COMMENTI (0)

Effettua il login per aggiungere un commento.