cerca nel sito  
Pagine totali visitate:
77116814
Pagine viste oggi:
3613
Utenti online:
14
CENTRO STUDI SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
Disaster Lab - Università Politecnica Marche
www.pietrangeli.net
SALA OPERATIVA MISERICORDIE
NatCanService
ENTRA IN ASSODIMA
Previsioni Meteo Personalizzate
Scopri la rivista 2LA
SCOPRI IL SIPEM !!!
UN-ISDR
REPORT WEB-TV - OBIETTIVO SICUREZZA
ENTRA IN GRUPPO FACEBOOK SISTEMA PROTEZIONE CIVILE
Imparare giocando ! Il rischio alluvioni
SPC NEWS - Newsletter di Sistema Protezione CIvile
Scopri i corsi per te !!!
SCOPRI I CORSI ED ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
Username:

Password:

accedi
TERREMOTI NEL MONDO
Entra in sicurezza!!!
PIAZZON - LAVORI IN QUOTA
At Pro...vieni a scoprirci!
Scopri Layher: il ponteggio!!
Onda Selvaggia
ISTITUTO ITALIANO DI RESILIENZA
SPC Flash - Scopri le ultime novità !!!
ENTRA A SCOPRIRE L'INSFO
SCOPRI I CORSI E LE ATTIVITA' DELL'ISTITUTO
METEO NEL MONDO
REGISTRATI AL REAS: BIGLIETTO ONLINE
SCOPRI CIVILINO !!!
Calamità » Idrogeologico - Approfondimenti, 27 Novembre 2014 alle 07:31:11

Dissesto idrogeologico: presentato il primo stralcio del piano nazionale 2014-2020

fonte: DPC - Veronica Tretter

Oltre un miliardo di euro per 69 interventi per ridurre il rischio frane e alluvioni nelle città e nelle aree metropolitane. È quanto prevede il primo stralcio del piano nazionale contro il dissesto idrogeologico 2014-2020 presentato il 20 novembre scorso a Palazzo Chigi, con il dettaglio di interventi, costi, finanziamenti, stato della progettazione e cronoprogramma delle opere per la messa in sicurezza del territorio nelle dieci città metropolitane e in altre città delle regioni a statuto speciale.Sono 69 i primi interventi già cantierabili per 1.063,65 milioni di euro, individuati dalle Regioni con il supporto tecnico e scientifico delle Autorità di bacino, sulla base delle mappe di rischio di Ispra e Cnr. Riguardano opere decisive, alcune in ritardo di anni. Il Governo utilizzerà una corsia preferenziale che prevede un anticipo di finanziamento del piano nazionale, chiesto alla Bei (Banca Europea per gli Investimenti) e sostenuto dalla garanzia dei 110 milioni presenti nel Decreto Legge Sblocca Italia. I progetti riguarderanno Roma, Milano, Napoli, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Reggio Calabria, Cagliari, Messina, Palermo e Catania.

Al vertice a Palazzo Chigi organizzato dalla Struttura di missione #italiasicura e coordinato dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Graziano Delrio, hanno partecipato il Ministro dell’Ambiente Gianluca Galletti, il Presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, il Sindaco di Firenze Dario Nardella, Coordinatore delle Città Metropolitane e i rappresentanti delle città metropolitane, delle Regioni e delle Autorità di bacino. Nell’incontro sono state condivise le prime azioni e gettate le basi per quella che il Governo definisce “la più importante opera pubblica di cui l’Italia ha bisogno”.Gli interventi riguardano 1.130 comuni dove vivono oltre 21 milioni di persone, circa il 40% della popolazione italiana. Il dettaglio degli interventi è consultabile sul sito www.italiasicura.it


Complessivamente per l’intero territorio nazionale è previsto nel periodo 2014-2020 un investimento di 9 miliardi. Entro il 4 dicembre tutte le Regioni dovranno presentare gli elenchi delle opere e degli interventi con una scala di priorità definita dal livello di pericolosità.

COMMENTI (0)

Effettua il login per aggiungere un commento.